Volti, persone, disegni

Da quando ho la possibilità di camminare per le strade di New York mi stupisco di quante persone di ogni provenienza e tipo ci siano qui, che camminano accanto a me o mi siedono a fianco in metropolitana. Ancora non mi sono abituata... nel senso che mi meraviglio sempre e mi rallegro dell'infinità di tratti e fisionomie che esistono e si concentrano tutte in questo luogo, dandomi l'opportunità di disegnare e fermare su carta qualcosa di loro. È come avere a disposizione una biblioteca di visi e corpi e colori e vestiti. Qualche volta mi siedo, apro il mio taccuino e li disegno. Per lo più sono schizzi veloci, di persone che camminano e si muovono velocemente per la città ma che mi colpiscono per qualche motivo. Ogni tanto con un pizzico di fortuna trovo qualcuno che mi fa da modello inconsapevolmente, perché si è addormentato sulla carrozza e così ho del tempo in più per ritrarlo.

Un ragazzo incontrato a Central Park

Un ragazzo incontrato a Central Park

Un signore addormentato in metropolitana

Un signore addormentato in metropolitana

Una ragazza in treno pronta per andare verso le spiagge

Una ragazza in treno pronta per andare verso le spiagge